Spread oltre i 300 punti dopo la prima bocciatura Ue sui conti. Male Piazza Affari

Notizia ottobre 8, 2018

MILANO – Un’altra giornata di tensione sui titoli di Stato italiani. Sul finale di seduta lo spread Btp/Bund si attesta a 303 punti con il rendimento del titolo italiano al 3,56%, dopo avere toccato nuovi massimi da febbraio 2014. Le vendite sui Btp colpiscono anche i titoli con scadenza più breve. Sul mercato secondario il rendimento dei biennali è schizzato di 20 punti base oltre l’1,5%, quello dei quinquennali è arrivato a un passo dal 3% dopo un rialzo analogo. L’Italia resta sotto osservazione dei mercati dopo che venerdì sera è arrivata la prima “bocciatura” della Commissione, che in una lettera ha notificato al governo italiano il mancato rispetto degli obiettivi di bilancio concordati con Bruxelles a giugno e luglio.

Anche le Borse europee soffrono. Milano è la peggiore e cede il 2,43% sospinta ancora al ribasso dal comparto bancario, penalizzato come sempre dai rialzi dello spread. E in proposito va registrato l’allarme lanciato da Credit Suisse, secondo cui se lo spread dovessecrescere ancora le banche italiane potrebbero essere costrette a nuovi aumenti di capitale. “Lo spread sopra 400 punti base non è sostenibile”, sottolinea il report della banca elvetica. “Un ampliamento di 200 punti base dai 238 di fine giugno ridurrebbe in media il Cet1 (principale indicatore di solidità patrimoniale, ndr) di 66 punti base, dal 12,53% a 11,87%” per le banche monitorate da Credit Suisse, “facendo scattare aumenti di capitale”. Gli analisti svizzeri stimano inoltre un impatto negativo del 3,9% sugli utili delle banche dalla riduzione della deducibilità degli interessi passivi dal 100 all’86%.

Molto più contenute le perdite nel resto d’Europa: Londra perde l’1,16%, Francoforte l’1,36% e Parigi cede l’1,1%.  In Asia le Borse hanno reagito negativamente alla decisione della Peopole’s Bank of China di tagliare le riserve obbligatorie per le banche mentre Tokyo è chiusa per festività. Anche l’euro si mantiene debole con la valuta europea e scivola a 1,1471 dollari. Debole anche Wall Street: alla chiusura degli scambi in Europa il Dow Jones è in calo dello 0,42% e il Nasdaq dell’1,06%.

Pochi spunti dai dati macroeconomici di giornata. In Germania la produzione industriale ha segnato ad agosto un calo dello 0,3% rispetto al mese precedente e dello 0,1% su base annua , a fronte di rialzo mensile atteso dagli analisti dello 0,3% e un ribasso dello 0,1% su base annua. A luglio la produzione industriale tedesca aveva registrato una decisa battuta di arresto con una flessione mensile dell’1,1%.

in riproduzione….

In ribasso anche il petrolio, sull’ipotesi che le sanzioni americane contro l’Iran possano essere mitigate. A New York il Light crude Wti arretra di 47 cent a 73,87 dollari e quelli del Brent calano di 70 cent a 83,43 dollari. Oro in flessione, a 1185 dollari l’oncia.

 

Nessun tag

  

lascia un commento

  • Genova, crolla il ponte Morandi: 31 morti, anche tre bambini

    by sopra agosto 15, 2018 - 0 Comments

    Ponte Morandi, il ponte dell’autostrada A10 che collega Genova al suo ponente cittadino e poi a Savona e Ventimiglia, è crollato questa mattina. Alle 11.50 un tratto del viadotto sospeso a diverse decine di metri si è abbattutto per un cedimento strutturale sull’abitato sottostante. Secondo la Protezione civile al momento del crollo del ponte erano […]

  • I populisti e il bello della scorta

    by sopra settembre 10, 2018 - 0 Comments

    La nuova app di Rep è ottimizzata per i browser di nuova generazione. Leggi le Faq per capire come aggiornare il tuo browser

  • Decreto Dignità, via libera dal Senato: il testo è definitivo

    by sopra agosto 7, 2018 - 0 Comments

    MILANO – Si è conclusa al Senato l’approvazione del cosiddetto decreto Dignità: il testo è passato con 155 voti favorevoli, 125 contrari e 1 astenuto. L’Aula si è espressa sul testo che era uscito dalla Camera e l’approvazione è dunque definitiva: si attende solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del provvedimento nella sua versione finale. […]

  • Il Papa moderno e il Caimano della Lega

    by sopra settembre 9, 2018 - 0 Comments

    La nuova app di Rep è ottimizzata per i browser di nuova generazione. Leggi le Faq per capire come aggiornare il tuo browser

  • Baviera: crollo Csu, sorpresa Verdi al 18%. E in Parlamento entra la destra di Afd

    by sopra ottobre 14, 2018 - 0 Comments

    La festa dei Verdi in Baviera (reuters) Proiezioni alla chiusura delle urne per le elezioni statali nel grande Land, da sempre governato dai cristianosociali che per la prima volta perdono la maggioranza. Un segnale per la coalizione nazionale guidata da Merkel dalla nostra inviata TONIA MASTROBUONI

Newsletter